Posta elettronica sotto chiave in Italia arrivano le e-mail criptate

Per tutelare la privacy e oscurare i dati sensibili, Tiscali (il patron Renato Soru, nella foot) offre la possibilità di blindare la propria casella postale elettronica. E' il primo caso in Europa

Milano - Siete paranoici della privacy? Volete essere proprio sicuri che le vostre mail non saranno mai lette da nessuno? In questo caso può essere utile o scaricare dal web uno dei tanti prodotti che permettono di criptare la posta elettronica oppure dotarsi direttamente del nuovo servizio Tiscali Secure mail.

Come funziona l’email
Ma come può essere che una mail venga letta da qualcun altro mentre viene inviata? Ebbene, i miliardi di mail che giornalmente circolano sul web non arrivano direttamente al destinatario ma passano attraverso vari server e quindi possono essere lette facilmente. Non c’è dubbio che un administrator, ossia uno di quei signori che hanno le «chiavi» dei server, non ha tempo e voglia di leggere e-mail private ma la vostra posta elettronica, soprattutto se contiene dati sensibili, come il numero di conto corrente specie se on-line o, meglio ancora, quello della carta di credito potrebbe diventare molto interessante. Anche perché il server dove è contenuta la posta elettronica in giacenza presso il vostro provider di Internet non è altro che un immenso ufficio postale che se non è ben protetto da consistenti «firewall» potrebbe diventare facile preda di persone che fanno della cybertruffa la loro principale occupazione.

Attenti ai dati sensibili
Ecco dunque perché se volete salvaguardare la privacy oppure se avete inviato via mail dati sensibili sarebbe meglio usare delle chiavi crittografiche pubbliche che rendono indubbiamente sicura la posta elettronica. In linea di massima il principio della crittografia a chiave pubblica è il seguente: se un utente deve inviare a un altro utente del web un messaggio, utilizzando la chiave pubblica di quest’ultimo si crea un contenitore dove verrà inserito il testo dell’e-mail. Poi al momento dell’invio il contenitore si chiuderà in modo definitivo e solo il ricevente con la sua chiave privata potrà aprire e leggere il contenuto dell’e-mail. Non c’è dubbio che l’uso di questi software implicano una minima capacità di uso del computer e dunque non tutti sono in grado di scaricare questi programmi ed utilizzarli. Per risolvere la questione l’Internet provider sardo Tiscali ha lanciato il servizio secure mail che per un costo di 4.49 euro al mese consente a tutti di avere posta sicura.

Problema crescente
«La riservatezza dei dati è un problema crescente, ed è il motivo per cui lavoriamo all’implementazione di soluzioni sempre migliori, come la cifratura, per garantire la sicurezza delle comunicazioni - ha detto Klaus Ludemann responsabile dei servizi di Tiscali -. Noi siamo i primi ad offrire un servizio di posta elettronica che consente la cifratura della mail. Siamo convinti che questo sistema diventerà lo standard per la privacy delle comunicazioni digitali». Tiscali ha scelto per il suo servizio la soluzione offerta da Echoworx e LogicaCMG che già offrono servizi di mail criptata come parte di un completo pacchetto alle aziende che vogliono dotarsi di posta elettronica sicura.

Come funziona il servizio
Tiscali Secure Mail richiede che gli utenti scarichino ed installino un software. In questo modo un nuovo «bottone» con indicata la parola «Proteggi» apparirà nel loro programma di posta. Semplicemente cliccando «Proteggi» prima di «Invio» la mail verrà criptata fino a che non raggiungerà il destinatario. Un messaggio protetto con questo sistema può essere inviato a chiunque in quanto non è necessario che il destinatario sottoscriva l’ abbonamento o scarichi alcun tipo di software. Il servizio verifica e certifica che il messaggio non sia stato alterato e permette la visualizzazione solo al destinatario prescelto, consentendo quindi agli utenti di proteggere le mail ricevute in modo che non possano essere lette da altre persone. Per ulteriori informazioni e per sottoscrivere l’abbonamento: http://vas.tiscali.it/securemail.