«La Posta paga tardi chi comincia per Z»

Egregio dottor Lussana, giorni fa ho letto su un quotidiano locale le lamentele di alcuni pensionati verso le Poste. Questi signori si sono lamentati perché anziché prendere la pensione al giorno uno del mese, sono costretti a seguire un calendario dei pagamenti a seconda del loro cognome. Per taluni addirittura si parlava di ritardi oltre i dieci giorni. Non mi ero accorto del fatto dal momento che il mio cognome inizia con la Effe. Tra una partitina a bocce e l’altra passavo all’ufficio postale e mi son sempre preso la pensione ma a pensarci bene a quei poveretti che hanno la Zeta le bocce le prendono in faccia.
P.S. È legale il comportamento delle Poste?