Posti auto a rischio in via Rolando

Egregio direttore,
in un recente incontro avvenuto presso la circoscrizione Centro Ovest con i responsabili comunali della viabilità e della polizia municipale, sono emerse delle forti perplessità nei confronti delle relazioni tra gli uffici dell’amministrazione comunale. Un esempio eloquente riguarda i lavori di ristrutturazione di via Carlo Rolando per i quali sembra che, soltanto a progetto ultimato ed in fase di lavoro esecutivo già molto avanzata, sia stata disposta la definizione dell’assetto della viabilità e dei posteggi nelle strade che intersecano la zona del Rolandone.
La pianificazione viaria fatta a posteriori, potrebbe non impedire la perdita di circa 300 degli attuali posteggi e potrebbe non essere molto efficace nemmeno per risolvere alcune strozzature del traffico che si riscontrano sulla planimetrie.
Per quanto mi riguarda, già fin dalla pubblica presentazione dell’arido progetto di «ricementificazione» di via Carlo Rolando, io avevo evindenziato purtroppo invano, le evidenti criticità.
In quell’occasione, nei limiti di quanto mi era istituzionalmente consentito, avevo proposto d’attivare ancora prima d’iniziare i lavori di ritrutturazione, un possibile percorso viario di alleggerimento del traffico a monte del Rolandone, e di creare i necessari posteggi mancanti sotto i giardini Pavanello, sotto piazza Montano e nell’autorimessa Amt di via Reti che si doveva chiudere subito.
Purtroppo nessuna delle mie proposte è stata realizzata, e oggi la gente subisce gli ingorghi veicolari, l’inquinamento e il degrado urbano che ne deriva. A questo punto temo che ai tartassati cittadini non rimanga altro da fare che scrivere al Sindaco e magari anche a Babbo Natale, per chiedere loro di portare almeno i posteggi che mancano nel quartiere, a cominciare da quelli dentro la rimessa Amt.
Capogruppo Forza Italia
Circoscriz. Centro Ovest