Il Potere Forte di Crosetto

Massoneria ebraica e americana? Boh. Poteri Forti stranieri? Boh. Merrill Lynch collegata con Romano Prodi? Boh. Per il responsabile credito di Forza Italia, Guido Crosetto, intervistato dal Corriere della Sera, sono loro i responsabili «dell’attacco dall’estero al nostro sistema bancario nazionale». Qualche giorno prima, ma sulla Repubblica, Ettore Bernabei, ex direttore generale della Rai e grande fanfaniano, diceva: «La finanza cattolica è sotto attacco da parte dell’espansionismo anglo-olandese». Si è rotto il patto di non belligeranza firmato con gli americani da De Gasperi e Raffaele Mattioli, grazie al quale la politica era affidata ai cattolici e la finanza ai laici. Insomma Crosetto come Bernabei, con un po’ di storia in meno, ma uno schema mentale simile. Esiste una sorta di spectre degli affari. Per carità non si mette certo in dubbio che qualche ambiente possa condizionare una partita economica importante. Ma qualcuno veramente pensa che la battaglia per Antonveneta e Bnl si possa ridurre a uno scontro tra massonerie? E gli ebrei che c’entrano? E Merrill Lynch poi. Fino a prova contraria se una religione gliela dobbiamo proprio appioppare è quella cattolica e della categoria irlandese. E noi gentile Crosetto di che pasta siamo?