«Poteri alla Lega e in 6 mesi spazziamo via i rom»

Matteo Salvini, capogruppo comunale della Lega, il governo scopre che «i rom ci invadono». A Milano l’esercito dell’illegalità è già oltre quota diecimila...
«Diecimila di troppo. Il Comune deve sgomberare tutti i campi abusivi. Nessun buonismo. La Lega reclama quindi la delega che, oggi, è in mano all’assessore Mariolina Moioli. Dove la Lega gestisce la questione non c’è un rom a spasso: a Verona sono stati spazzati via dieci campi occupati da duemila e passa abusivi in tre mesi, a Monza ne sono stati cancellati tre in un mese».
Un leghista farebbe cioè meglio di un assessore dal passato democristiano e vicina all’Udc?
«Certamente sì. Se sicurezza, vigili urbani, assistenza e integrazione fossero gestiti dalla Lega in sei-mesi-sei ci sarebbero in giro per Milano meno ladri, furbi e mantenuti. E sui campi nomadi non ci sarebbe solidarietà che tenga: o con le buone o con le cattive li spazzeremmo via. Ma, attenzione, la questione è più ampia. Ci sono assessori che in un anno e mezzo non sono mai - ripeto mai - intervenuti una volta nell’aula di Palazzo Marino e dei quali non conosciamo neppure la faccia. E, poi, ci sono altri assessori che non hanno brillato come l’ambientalista Edoardo Croci».
Be’, a Croci è stata revocata la delega sui parcheggi. Voglio dire, il sindaco Letizia Moratti sa giudicare l’operato degli assessori.
«Croci dovrebbe togliere il disturbo, mentre altri assessori dovrebbero prendere il tram e farsi un giretto in periferia oppure al mercato. Sia chiaro la mia è una critica costruttiva. La Lega crede in Letizia Moratti e in una Milano più bella e sicura, proprio per questo se i conti non tornano dobbiamo affrontare la questione».
Traduzione?
«Manca il contatto con Milano. Entro dicembre il Comune deve presentare alla città i risultati del buon governo. Un’occasione da Stati generali che risolverebbe qualche problemino. Chi non ha risultati da portare si faccia da parte prima».