Da Pound a Pasolini Il Novecento in forma di poesia

Da Carducci a Pasolini, da Pound al Futurismo attraverso incontri con relatori di eccezione tra cui Marcello Veneziani, Philippe Daverio, Stefano Zecchi, Pamela Villoresi e la stessa figlia di Pound, Mary de Rachelwitz. Questa la proposta dell’edizione 2008 del Gallarate Poesia Festival - da oggi al 9 febbraio - intitolato «Tradizione Traduzioni» e curato da Angelo Crespi: un programma che unisce alla grande poesia del Novecento arti che vanno dal teatro alla pittura, proponendo accanto agli incontri per il pubblico momenti collaterali rivolti alle scuole e ai ragazzi e mostre.
L’apertura del festival di Gallarate, questa sera, è dedicata a Carducci, poeta del quale proprio nel 2007 cadevano i cento anni dalla morte. L'incontro proposto alle 19.00 nel foyer del Teatro Condominio precede di poche ore lo spettacolo di reading «Il leone maremmano. Omaggio a Carducci» per la regia di Pamela Villoresi. Tra gli altri appuntamenti (tutti al Teatro del Popolo, alle 21) lunedì 4 febbraio una serata dedicata a «La poesia del corpo da Caravaggio a Lachapelle», un think show con i critici d'arte Philippe Daverio e Alberto Agazzani. Martedì 5 febbraio il filosofo Stefano Zecchi e il poeta Franco Buffoni (e direttore per Marcos y Marcos del semestrale di teoria e pratica della traduzione letteraria Testo a fronte) parleranno sul tema «Le traduzioni della Bellezza». Giovedì 7 febbraio incontro con Mary De Rachelwitz, figlia di Ezra Pound, che interviene all'interno di una serata di spettacolo a cura della Compagnia Vertex su «Ezra Pound e Dante: il tempus loquendi». «Quando il Futurismo faceva rumore» è invece il titolo dell'incontro di venerdì 8 febbraio: con l'arstista Roberto Floreani e la storica dell'arte Beatrice Buscaroli una serata è dedicata all'anniversario del Manifesto del Futurismo, che verrà celebrato nel 2009. Sabato 9 febbraio, infine, una serata che vedrà a confronto «Pasolini e Mishima: conservazione e reazione» con Marcello Veneziani e Simonetta Bartolini che analizzeranno due figure emblematiche del ’900 letterario.