Poveri triplicati, 3.500 i senzatetto

Non solo stranieri e migranti, il disagio colpisce sempre più famiglie italiane e giovani

Il numero delle persone che vivono sotto la soglia di povertà è triplicato nel Nord Italia tra il 2005 e il 2010: da 588mila a un milione 843mila. Nel 2005 viveva al Nord il 31 per cento dei poveri italiani, oggi sono il 40 per cento. La crescita negli ultimi dieci anni è stata maggiore rispetto al Sud. «Paradossalmente la crisi del lavoro ha colpito dove c'era più lavoro», spiegano gli esperti. A Milano vivono circa 3.500 senzatetto. I numeri dell'ultima ricerca di Openpolis sulla città e non solo sono allarmanti. Tra gli assistiti della Caritas i giovani e gli italiani inoltre sono in crescita. In quello che viene ironicamente chiamato «Grand Hotel Linate», cioè all'interno dello scalo cittadini, dormono ben cinquanta clochard.