Powerboat, un team romano a un passo dal titolo mondiale

Un fine settimana di emozioni per un team romano col cuore napoletano. Nel campionato del mondo Powerboat P1, due le categorie in gara e se nella più veloce, la Evolution, il successo è andato agli inglesi di King of Shaves, davanti allo scafo campano Osg di Giancarlo Cangiano, nella seconda categoria in gara, la Supersport, il successo è a un passo ed è tutto italiano, a metà strada tra Roma e Napoli.
Lo scafo infatti cui manca un solo punto per laurearsi Campione del Mondo, infatti, nella capitale ha trovato con Roscioli Hotels Roma il modo di operare con uno sponsor di livello che ha permesso di poter acquisire quelle progettualità che hanno portato il team a gareggiare con uno scafo di grande potenzialità e il campionato è stato incredibilmente avvincente. Il trio in acqua è composto da Angelo Tedeschi, proprietario e throttleman del team, da Ugo Pellegrino e da Fabio Magnani. I tre stanno lottando dall’inizio della stagione contro almeno 4 imbarcazioni altrettanto competitive in una categoria, la Supersport che mai come in questa stagione è stata avvincente, densa di sorpassi, con molti team vincitori di tappa e con un susseguirsi di colpi di scena da lasciare tutti col fiato sospeso sino all’ultimo. E ieri lo spettacolo è stato unico sulla sponda più estrema del Portogallo, a Portimao nella regione dell’Algarve, dove il fiume Arade incontra l’Oceano Atlantico e dove si sono dati appuntamento tantissimi tifosi della velocità, con la spiaggia colorata da migliaia di costumi. Il rombo dei motori è stato a metà tra Inghilterra e soprattutto Italia. La vittoria di gara 1 di Roscioli Hotels Roma porta il team a un punto dal titolo: «Siamo fieri di questo risultato al termine di una stagione che abbiamo dominato e che avevamo rischiato di gettare al vento con l’errore di Cowes». Ieri la vittoria che cambia tutto.