Pozzuolo Fuma a letto: giovane muore tra le fiamme

Tornato a casa a notte fonda, si e acceso l’ultima sigaretta da fumare a letto prima di prendere sonno ma, vinto dalla stanchezza, si è addormentato lasciando cadere la brace. E nel giro di pochi minuti l’intera stanza era in fiamme. Forse stordito dal fumo la vittima non è riuscito a scappare ed è morto carbonizzato. In ospedale sono invece finiti anche i genitori, il padre intossicato e la madre colta da malore per lo choc. Mentre gli inquilini dello stabile sono stati fatti evacuare per precauzione.
L’allarme ai carabinieri della compagnia di Cassano d’Adda è stato dato ieri mattina attorno alle sette quando alcuni passanti hanno notato una densa colonna di fumo salire dall’edificio a tre piani di via Galilei a Trecella, frazione di Pozzuolo Martesana. I militati sono arrivati insieme ai vigili del fuoco e ai mezzi del 118. Immediatamente sono stati fatti uscire i 25 inquilini, quindi i soccorsi sono saliti all’ultimo piano. Qui hanno tratto in salvo i genitori, mentre per il figlio, Vittorio Roncato, non c’era più nulla da fare.
L’uomo, tecnico di Sky Sport, conosciuto negli ambienti sportivi come un professionista stimato, sarebbe rincasato a notte fonda, sembra attorno alle quattro. Si sarebbe quindi chiuso nella sua stanza a fumare, addormentandosi con la sigaretta accesa. La brace ha innescato le lenzuola, il fuoco si sarebbe quindi propagato al letto e quindi esteso all’intera abitazione.