La pr di moda per il look del Presidente

Quando da sindaco di provincia divenne candidato alla presidenza della Provincia, Filippo Penati, cambiò il look. Giacche Armani, capelli più corti e pizzetto al posto della barba. Ma anche niente cinturino d’acciaio per l’orologio ma di pelle e, perché no, sigarette ultralight al posto delle Marlboro davanti a telecamere e fotografi. Cambio d’immagine firmato da Barbara Vitti. Impegno della decana delle pierre di moda fatto per «un ideale» e senza ricevere «nessun compenso ma solo, parole della Vitti, per «stima e apprezzamento» nei confronti di Penati. Che, conquistato Palazzo Isimbardi, conferì alla Vitti un incarico di 80mila euro annui. Determina firmata dal direttore generale Giancarlo Saporito e dal capo della comunicazione Franco Maggi. Atto contestato dalla Corte dei conti «per non aver fatto ricorso a personale interno» e che, prima di Natale, arriva a sentenza. Con l’ipotesi di un danno erariale di 48mila euro.