Praga, i castelli della Boemia in saldo Solo 100mila euro per una vita da "re"

La crisi del mattone arriva anche in Repubblica Ceca e fa vittime fra i castelli della Boemia. Svenduti da <em>Sotheby's</em> a prezzi scontati. Si parte da un minimo di 100mila euro per un massimo di 1 milione e mezzo di euro. E' caccia all'affare

Praga - La crisi del mattone adesso arriva anche sulle rive della Moldava, in quella Boemia circondata da castelli incantati che riecheggiano le gesta di Carlo V. Adesso il prezzo di queste residenze aristocratiche, secondo le riviste immobiliari, è crollato.

Per assicurarsene uno bastano, in parecchi casi, circa due milioni di corone, meno di 100mila euro, una cifra che ormai in questo paese non è più sufficiente neanche per comprare un trilocale in quartieri periferici di Praga. Ovviamente ce ne sono anche di più cari come quello barocco di Bezdruzice, in Boemia occidentale, poco distante da Marianske Lazne (Marienbad). Cifra richiesta: meno di un milione e mezzo di euro. Lo stesso discorso vale anche per il castello di Peruc (Boemia centrale), oppure per una residenza rinascimentale nei pressi di Dolní Dvoriste (in Boemia del sud).

"In parecchi casi si tratta di edifici in cattivo stato di manutenzione, per i quali sarebbero necessari costosi lavori di ricostruzione. Per di più, quasi sempre si tratta di edifici tutelati dalle autorità monumentali, e questo può rendere tutto più complicato sugli interventi da eseguire" spiega Milan Matejka, della Intertour, una società specializzata in questo tipo di immobili. Ma spesso sono gli stessi propretari a volersene liberare, soprattutto gli stranieri che forse non apprezzano poi tanto la vita fiabesca di Praga e dintorni, volendo tornare ad un più ben collegato appartamento magari in un residence in città.