Prandi, la galleria fatta solo di carta

La Libreria Antiquaria Prandi di Reggio Emilia ha fatto uscire anche nel 2008 il suo autorevole catalogo di Incisioni originali italiane e straniere dell’800 e moderne. Acquerelli e disegni, come precisa il titolo. Non tenteremo qui (anche perché non ne saremmo capaci) di riassumere le circa mille immagini che compongono il volume, molto atteso da tutti gli appassionati d’arte. Si va da Goya a Manet, da Chagall a Dalì, da Boccioni a Carrà, da Campigli a de Chirico, fino ai giorni nostri. Segnaleremo invece il bel testo introduttivo di Gaetano Fermani, che racconta la sua esperienza di raffinato collezionista. E segnaleremo la copertina, dedicata al compianto Sigfrido Bartolini, di cui è riprodotta una di quelle sue case solitarie che sono un po’ il suo autoritratto. E quello della nostra epoca. La scelta di Bartolini conclude un anno «bartoliniano», che ha visto l’artista pistoiese ricordato con numerose iniziative, a cominciare dalla fortunata antologica di Acqui Terme e dalla rassegna sul suo Pinocchio.