Per il pranzo si spendono 300 euro

Una sgradita sorpresa per i milanesi sotto l’albero: per un pranzo di Natale-tipo, con gli immancabili tortellini, gallina in brodo e panettone, nel capoluogo lombardo si dovranno tirar fuori quasi 300 euro, l’1,7% in più rispetto all’anno scorso. Secondo la Camera di commercio, per una decina di portate e 8 convitati, cioè, non si sborseranno più 271,22 euro come nel 2004, ma 275,77 euro, quasi 5 in più. Ma l’ondata di rincari non colpisce tutte le portate. Aumentano sformato di spinaci e lenticchie in umido, in compenso i crostini di cotechino sono stabili. S’impenna il salmone, che guida la classifica degli aumenti, ma per la gallina ripiena si spenderà meno.