Pranzo tossico, caccia al batterio

Secondo le prime analisi dell’Asl sarebbe stata la carne mal conservata a far finire all’ospedale, il giorno di Ferragosto, 109 commensali che avevano partecipato a un pranzo in una cascina di Zelo Buon Persico, in provincia di Lodi. Una giornata da incubo per 89 ecuadoriani e 20 italiani rimasti gravemente intossicati. Tra loro giovani dai 20 ai 39 anni, bimbi di 4 e 5 anni e due anziani. Tutti ospiti del parroco di Cervignano d’Adda per i primi soccorsi e poi smistati tra gli ospedali di Lodi, Codogno, S. Donato Milanese, Melzo, Crema, Cernusco sul Naviglio e Melegnano. Che ieri sono stati tutti dimessi. E hanno avuto fortuna: sempre secondo l’Asl, infatti, la tossinfezione era ad altissima carica batterica. E a dei soggetti debilitati avrebbe potuto risultare addirittura fatale.
Sulla vicenda, insieme all’Asl, stanno lavorando anche i Nas.
Intanto ieri pomeriggio nella parrocchia di Cervignano sono stati di nuovo radunati i commensali sfortunati. A ognuno è stato chiesto cosa ha assaggiato e cosa no.