Praticò (Pdl) «La Regione prende in giro i pendolari»

«È una vergogna!» tuona Aldo Praticò, consigliere comunale del Pdl, a proposito dello stato in cui versano i lavoratori pendolari liguri per il disservizio delle Ferrovie. «Una realtà disastrosa che è sotto gli occhi di tutti - aggiunge Praticò -, ma che non trova rimedio nonostante le ripetute istanze rivolte a Trenitalia e alla Regione». Càpita praticamente ogni sera (proprio nell’ora di maggiore afflusso di pendolari) che due o tre convogli vengano cancellati senza preavviso e senza giustificazione, costringendo gli utenti ad aspettare per ore in stazione. «E quando salgono su un altro treno - insiste Praticò -, devono viaggiare stipati come su un carro bestiame. I pendolari sono stufi, si sentono presi in giro. Fa solo ridere la Regione che invece di battere i pugni sul tavolo contro Trenitalia promette di prolungare la validità degli abbonamenti. Ma come fa, ad esempio, un abbonato mensile ad avere ancora in tasca il ticket di gennaio o febbraio 2008?». Di «scandalo delle Ferrovie» parla infine anche il segretario provinciale della Lega, Edoardo Rixi: «Il trasporto ferroviario regionale fa pena, roba da terzo mondo, per sporcizia e ritardi. L’amministrazione regionale deve investire di più, anziché spendere i soldi nei manifesti di propaganda».