«Prato? Diamogli l’Ambrogino»

Salvini: «Glielo consegneranno gli operai della Sea»

Un Ambrogino di protesta. La Lega proporrà di assegnare la civica benemerenza al presidente di Alitalia, Maurizio Prato. «Non per quello che sta facendo per, ma contro Milano - ironizza il capogruppo comunale Matteo Salvini - e magari facendoglielo consegnare da un gruppo di lavoratori Sea, di quelli arrabbiati». Difficile che trovi consensi, ma il nome è nella lista che il Carroccio proporrà domani, giorno in cui il presidente del consiglio comunale Manfredi Palmeri ha convocato la Commissione per la Concessione delle civiche benemerenze, che esaminerà le candidature proposte dalle forze politiche.
Nella lista del Carroccio ci saranno anche Striscia la notizia e Radio Deejay, che compiono 20 e 25 anni, Elio e le Storie tese, «che sicuramente non hanno posizioni vicine a quelle della Lega ma si meritano un riconoscimento dalla loro città», Paolo Maldini, lo stilista Valentino, il comitato Vivisarpi «che si batte per i diritti dei residenti a Chinatown» e gli insegnanti delle scuole civiche a cui «qualcuno vorrebbe tagliare fondi». Il fondatore di Esselunga Bernardo Caprotti avrebbe chiesto invece «di non apparire e se così fosse rispetteremo il suo volere e ritireremo la sua candidatura».