Prc attacca Prodi. Il premier: "La legislatura va avanti". Veltroni lo difende 

Giordano attacca Micheli: "Inaccettabili le sue parole". Poi, sul governo: "Il programma di governo è stato stracciato. Verifica". La replica di Prodi: "La legislatura va avanti". Ferrero: "Fallimento sul sociale". Veltroni: "Basta liti, Prodi ha lavorato bene. Bertinotti sgradevoli"

Roma - "È inaccettabile che un sottosegretario alla presidenza del Consiglio parli così di una delle più importante cariche dello Stato rimproverandogli di non avere senso dello Stato. Un giudizio politico sul governo è altra cosa da una critica così forte". Lo ha detto il segretario di Rifondazione Comunista, Franco Giordano, ospite di Mauirzio Belprietro alla trasmissione "Panorama del giorno", su Canale 5. Se le scuse non arriveranno? "La dialettica politica ormai è aperta. Sento dichiarazioni anche di altri esponenti della coalizione che esprimono solidarietà al presidente Bertinotti e questo è un segnale purtroppo clamorosamente evidente che oggi la presidenza del Consiglio non è in girando di svolgere il ruolo di garante dell’Unione".

Prodi: "Non sono preoccupato" "Non sono preoccupato per niente e certamente per conto mio la legislatura va avanti". Lo ha detto il premier Romano Prodi, oggi a Nola, ai giornalisti che gli chiedevano se fosse preoccupato per quanto stava succedendo a Roma con Rifondazione comunista.

Ferrero: "Un fallimento" Il ministro della Solidarietà sociale, Paolo Ferrero (Prc) ha affermato, oggi a Bruxelles, che il governo di cui fa parte ha fallito e deluso, finora, nelle sue politiche sociali, per le quali è necessario che, con la verifica, vi sia "un cambio di passo, in modo da rispondere alle aspettative che lavoratori e pensionati si aspettavano. Che il governo Prodi sia meglio del governo Berlusconi non è in discussione - ha detto Ferrero lasciando la riunione del Consiglio congiunto dei ministri degli Interni e degli Affari sociali dell’Ue, in corso nella capitale belga -. Il problema è quello delle politiche che fa il governo Prodi: in questo senso è fondamentale che vi siano un cambio di passo e una politica sociale molto più netta, che per altro rispetti ciò che era scritto nel programma".

Veltroni difende il premier "Io penso che bisogna rivolgere un grande apprezzamento per il lavoro svolto dal governo Prodi e dal presidente del Consiglio in un anno e mezzo". Così il leader del Pd, Walter Veltroni, riconosce i risultati del governo nel suo intervento al coordinamento nazionale del Pd. "Un apprezzamento - afferma Veltroni - perché nelle condizioni istituzionali e di legge elettorale date, il governo ha fatto un grande lavoro: sui fondamentali dell’economia introducendo i primi elementi di riforma, cominciando ad affrontare, come con il welfare, sfide importanti e questo vale anche per il risanamento dei conti". Però, evidenza il segretario del Pd, "avviene in un contesto politico che finisce per annebbiare i i risultati del governo perchè il giorno dopo le polemiche sovrastano le decisioni". "Non ho condiviso l’intervento di Bertinotti" su Repubblica. Anzi, "alcuni passaggi li ho trovati addirittura sgradevoli, e mi riferisco in particolare all’ultimo passaggio". È duro il giudizio che il segretario del Pd, Walter Veltroni, dà sul ragionamento del presidente della Camera sulla salute del governo e sul fallimento della sua azione.