Ma Prc non molla: «Alle primarie noi votiamo per Fo»

«Ho grande stima per il prefetto Bruno Ferrante, che sui problemi sociali è stato l'unico interlocutore politico della città»: lo ha affermato Augusto Rocchi, segretario provinciale di Rifondazione comunista, in merito alla possibile candidatura del prefetto come sindaco per il centrosinistra alle prossime comunali. Rocchi ha aggiunto che «l’unica cosa che contesto è il suo passato da prefetto» e ha specificato che Ferrante «sarebbe il candidato dell’area laico-riformista della coalizione». Alle primarie, ha ribadito, noi sosterremmo Dario Fo, se confermasse la sua candidatura».
Anche il consigliere comunale di Rifondazione, Daniele Farina, ha sottolineato che «ci saranno dei nomi più rappresentativi della sinistra, correranno tutti insieme alle primarie e chi vincerà sarà il nostro candidato». Farina però ha sostenuto che «è come se in questi anni, Ferrante avesse già svolto il ruolo di sindaco al posto di Albertini».
Il capogruppo milanese del Prc, Giovanni Occhi, ha ribadito che «il partito ha già annunciato che parteciperà alle primarie con un altro candidato: noi sosterremo Dario Fo». Ha concesso però al prefetto un trattamento più generoso di quello che Rifondazione riservò al professor Umberto Veronesi: «impallinato» non appena si ipotizzò la sua candidatura a sindaco per il 2006. «È chiaro - afferma Occhi - che con Ferrante non potremo avere lo stesso atteggiamento. Al contrario di Veronesi, il prefetto è più “spostato” verso l’Unione e i suoi programmi».