Precari, Dini: "Non voteremo la sanatoria per gli amici degli amici"

L'ex presidente del consiglio e i senatori che fanno riferimento a lui annunciano che voteranno "contro tutti
gli emendamenti che aumentano la spesa pubblica"

Roma - Lamberto Dini torna ad alzare la voce contro i colleghi della maggioranza. Questa volta dice no a tutti gli emendamenti che aumentano la spesa "come la sanatoria per i precari delle amministrazioni pubbliche" con cui si assumeranno "gli amici degli amici". Lui e i senatori che fanno riferimento all’ex presidente del consiglio voteranno "contro tutti gli emendamenti che aumentano la spesa. Il nostro gruppo esprimerà un parere negativo se l’emendamento provoca un aumento di spesa. La sanatoria dei precari lo sa cosa significa? Vuol dire che si assumono gli amici degli amici nei comuni e altrove. E poi si fa la sanatoria per passarli di ruolo. E vi sembra questa una cosa seria".

Il senatore, che stamani si era incontrato con Roberto Manzione, ha commentato l’emendamento che riduce il numero di ministri e componenti del governo: "Vediamo bene cosa dice il dispositivo. Mi sembra preveda che questa norma varrà dal prossimo governo. Certo, non so cosa voglia dire, ma non mi pare che vincoli il governo esistente a ridurre il numeto dei ministri".