Precari e studenti dicono basta a Prodi

La sinistra in piazza per protestare contro la sinistra. Circa quattromila tra studenti e precari hanno manifestato contro la Finanziaria che strangola, quella del governo Prodi. Partiti da largo Cairoli e da piazza Cadorna, i due cortei si sono riuniti in un’unica voce sotto al palco di piazza Duomo. Al seguito hanno preso parte operai e lavoratori: dal personale dell’ospedale Niguarda a quello delle Poste, dall’Atm agli stessi Vigili del fuoco. «Ridistribuire davvero il reddito ai lavoratori, precari e pensionati» recitava lo striscione dei sindacati di base. Un’altro studentesco riportava: «Contro i nuovi tagli della Finanziaria per una scuola libera e gratuita». Una protesta per chiedere l’abolizione del pacchetto Treu e della legge Biagi sul mercato del lavoro, salari e pensioni proporzionate al costo della vita e reddito garantito ai precari, disoccupati e cassaintegrati. Inclusi negli slogan anche il rilancio della previdenza, della sanità pubblica e il rifiuto alla guerra.