Precari in rivolta

I precari di Ist e Gaslini ieri mattina erano in consiglio regionale per attirare l’attenzione sui continui ritardi relativi alla loro assunzione defintiva. Hanno ottenuto un ordine del giorno comune di tutti i gruppi consiliari, che hanno impegnato la giunta a fare qualcosa. Una rassicurazione vana e generica, che ha sollevato le perplessità di Matteo Rosso (Fi), Gianni Plinio (An) e persino di Roberta Gasco Udeur.
Pur votando a favore dell’ordine del giorno, hanno voluto sottolineare, come dovrebbe essere la maggioranza a prendersi carico della soluzione dei problemi (Rosso, che pure ha offerto la collaborazione dell’opposizione), come il precariato in fondo sia stato creato proprio da un governo di centrosinistra (Plinio) e come ci sia sempre disponibilità per i problemi dei dipendenti di strutture genovesi ma non per le lamentele già in passato portate in consiglio ad esempio dai dipedenti di ospedali savonesi (Gasco).