Precedenti Nel 1960 la scossa più forte del mondo

Il terremoto della notte scorsa non è la prima scossa di forza devastante che colpisce il Cile. Il 22 maggio 1960, il paese fu colpito infatti dal terremoto più forte mai registrato, il cui epicentro fu localizzato nella zona della città di Valdivia. La scossa, di magnitudo 9.5 gradi della scala Richter, provocò un’onda di tsunami alta dieci metri che si abbattè sulle coste e devastò interi villaggi del paese. I morti furono circa tremila, due milioni i senzatetto. Il Cile è uno dei Paesi più sismicamente attivi, dato che è situato lungo la cosiddetta Cintura di Fuoco dell’oceano Pacifico: la maggior parte del territorio si trova infatti nella zona dove collidono la placca di Nazca e quella Sudamericana. Il Cile è stato devastato dal sisma anche nel 1822 a Valparaiso, nel 1935 a Concepcion (con maremoto), nel 1854 e nel 1859 a Caiapò, nel 1868 e nel 1877 (con maremoto) ad Arica. Nel 1939 un terremoto causò 30mila morti nelle province di Talca e Bio Bio.