Precipita in Borsa abbandonata da Google e Microsoft

Yahoo, il secondo motore di ricerca Internet, ha visto ieri le sue quotazioni in Borsa a New York crollare di oltre il 14% come conseguenza dell’abbandono dell’allaeanza strategica da parte di Google e del fatto che Microsoft ha affermato di non essere più interessata ad una fusione. «Microsoft - ha detto l’amministratore delegato Steve Ballmer parlando a Sydney - ha già detto di non aver intenzione di fare un’altra offerta». Al tempo stesso Ballmer ha aggiunto che «Microsoft potrebbe essere interessata ad accordi di collaborazione». Yahoo aveva rifiutato un’offerta generosa da parte di Microsoft e alcuni azionisti della società avevano criticato la scelta. E avevano ragione dato che il titolo Yahoo vale oggi circa 14 dollari mentre Microsoft ne aveva messi sul piatto 33.