Precipita dall'Ara Coeli: morto turista americano

Un turista americano di vent'anni è morto precipitando nel fossato dell'Ara Coeli a Roma. Si è sporto troppo da un muretto per scattare una fotografia

Roma - È morto perchè si è sporto troppo per scattare una foto il turista americano, di nemmeno 20 anni, -li avrebbe compiuti il 23 novembre- caduto ieri sera nel fossato sottostante il sagrato della chiesa dell’Ara Coeli, sul colle del Campidoglio. Lo hanno accertato i carabinieri della compagnia Roma Centro. Secondo la ricostruzione degli investigatori, il giovane, che studiava all’università di Firenze ed era venuto a Roma per un soggiorno di due giorni, era in compagnia di un suo amico e del padre di quest’ultimo. I tre dopo aver visitato alcuni monumenti di Roma e aver bevuto qualche birra (ma viene escluso che fossero ubriachi), sono saliti sul colle capitolino. Il giovane, probabilmente per ottenere l’inquadratura migliore, mentre scattava la foto si è sporto troppo da un muretto ed ha perso l’equilibrio; cadendo di spalle è precipitato per circa 15 metri ed è morto sul colpo. Il cadavere dell’americano si trova nell’obitorio dell’Università La Sapienza.