Precipita ultraleggero: due morti

Il velivolo, decollato da un'area attrezzata nella zona, è caduto vicino
a una casa cantoniera, a pochi metri dalla strada statale Torino-Asti, a Dusino San Michele e nello schianto si è accartocciato

Asti - Un aereo ultraleggero è precipitato stamani nell'Astigiano. Le due persone che erano a bordo sono morte. Il velivolo, decollato da un'area attrezzata nella zona, è caduto vicino a una casa cantoniera, a pochi metri dalla strada statale Torino-Asti. L'ultraleggero è caduto a Dusino San Michele (Asti) e nello schianto si è accartocciato. Le vittime sono Davide Novara, 48 anni, di Villafranca (Asti), e Alessandro Stroppiana, 35, di Dusino San Michele. Viaggiavano su un ultraleggero decollato pochi minuti prima dall"avio superficié di Cantarana d'Asti. Secondo le prime informazioni raccolte dal carabinieri, Stroppiana era alla guida del piccolo aereo e aveva intenzione di abbassarsi per un giro aereo a bassa quota sulla sua casa per salutare i familiari. Ma il velivolo è caduto a vite forse per una manovra sbagliata o per un'avaria.

Potrebbe essere stato il gelo a causare, bloccando i comandi, l'incidente. E' l'ipotesi fatta dopo i primi accertamenti tecnici sui resti dell'ultraleggero precipitato a Dusino San Michele. La notizia della sciagura si è subito diffusa nei due paesi dove vivevano le vittime. Davide Novara lavorava alla Regione Piemonte ed è stato l'autista di Mariangela Cotto quando era vice presidente del consiglio regionale. Sposato con Nella Lomaser, anche lei impiegata in Regione, Novara aveva due figli, Gabriele di 7 anni e Giancarlo di 5 anni. Anche Alessandro Stroppiana era sposato e padre di due figli in tenera età.