Precipitano con l’elicottero antincendio

I due piloti, feriti, si sono gettati dal mezzo pochi secondi prima che lo stesso schiantasse al suolo provocando anche un secondo incendio, più violento del primo, che ha richiesto l'intervento di tutte le forze reperibili nella provincia spezzina per essere domato.
Un vero miracolo, come hanno testimoniato gli abitanti della zona, il quartiere di Ruffino tra Spezia e Lerici, che lo hanno visto cadere lentamente verso le loro case. Tutte da chiarire le cause dell'incidente.
Ma è certo che i piloti riusciti a portare il mezzo il più possibile verso la zona boscata, lontano dalle case e dalle squadre a terra che stavano spegnendo un incendio doloso scoppiato nella zona verso le 15. Il velivolo, il fatto è accaduto verso le 18,30, stava sganciando uno dei tanti carichi d'acqua per chiudere le difficili operazioni di spegnimento che avevano impegnato uomini e mezzi per tutta la giornata, poi di colpo è sparito dalla vista di chi si trovava su quella collina.
Uno schianto e poi fiamme e fumo si sono sprigionate dal bosco sottostante.
Subito sono accorse sul posto le squadre di soccorso, che hanno messo in salvo i due uomini e si sono prodigati nello spegnimento del rogo, il cui fumo era ben visibile da ogni angolo del golfo.
Tanta l'apprensione, non solo per la sorte dei due uomini dell'equipaggio ma anche perché la zona è a poca distanza dalla discarica e dalla polveriera di Pitelli.
Le operazioni di spegnimento dei due incendi sono proseguite sino all'alba.
Alberto Vignali