LA PRECISAZIONE

Leggo l’articolo pubblicato a pagina 20 sul quotidiano Il Giornale del 22 novembre scorso avente titolo «Un’incongruenza che fa paura e ce ne sono altre», ove vengono riportate alcune frasi asseritamente riferite al sottoscritto con riferimento al delitto di Erba che non rispondono al mio pensiero.
Da sempre sono convinto della veridicità e fondatezza delle affermazioni rese dal mio assistito, non sussistendo alcun dubbio in merito. Ritengo che le mie parole siano state riportate in modo parziale e difforme rispetto a quanto da me dichiarato, in modo da far apparire un pensiero che non mi è proprio.
Le indagini sono state svolte in modo corretto ed esaustivo e non ho dubbi che questo procedimento si concluderà con una pronuncia di condanna a carico degli imputati. Non sono mai stato a conoscenza dell’esistenza di «carte per demolire Frigerio che sbalordiranno» come sostenuto nell’articolo, ma sono assolutamente convinto che il mio assistito sarà in grado di affrontare nei termini corretti l’esame cui verrà sottoposto. Vi chiedo pertanto di rettificare quanto pubblicato.

Confermo per intero il contenuto dell'intervista, realizzata per telefono, la cui registrazione integrale è a disposizione degli inquirenti e delle parti.