La precisazione La proprietà di via Lovanio: «Il caso è aperto, in attesa della sentenza»

In merito all’articolo pubblicato su queste pagine il 17 luglio dal titolo: «Io murata in casa da un abuso non apro le finestre da 10 anni», il legale della proprietà fa sapere che: «La sopraelevazione edificata non deve essere demolita in quanto le sentenza citate sono state sospese nella loro esecutività dalla Corte d'Appello di Milano fino al pronunciamento nel merito previsto per marzo 2011. Non è vero che le opere realizzate siano qualificate un recupero del sottotetto ai sensi della legge regionale vigente in quanto trattasi di sopraelevazione con traslazione di volumetria esistente e quindi conforme alle norme urbanistiche e edilizie. Sulla validità del Permesso di costruire sopra citato è ancora pendente il processo. È falso che la signora Termini abbia diritto ad ottenere la riapertura delle luci - non si tratta di finestre - in quanto l’applicazione dell’art. 904 Codice Civile permette in ogni caso la chiusura definitiva delle stesse».