«Prefetti e televisione, altro che regime»

Milano. «Siamo l’unico regime in cui i prefetti si candidano per l’opposizione». Gianfranco Fini ricorre a una battuta, quando gli si chiede di commentare la candidatura dell’ex prefetto Bruno Ferrante a sindaco di Milano per il centrosinistra. «Eh, siamo proprio un pericoloso regime», insiste. «Peccato per Ferrante, con la sua esperienza poteva ambire a qualcosa di più che un posto come consigliere comunale di opposizione». Più tardi torna sul tema-regime e fa riferimento alle recenti polemiche sulla televisione, in particolare dopo la trasmissione Rockpolitik di Adriano Celentano che ha preso di mira Berlusconi: «In Italia c’è anche la libertà di insultare in televisione senza che nessuno possa dire niente».