Il prefetto assicura: nessuna interruzione dei pagamenti fino alla conclusione degli accertamenti giudiziari in corso

Nessuna lettera di sospensione della pensione fino a gennaio, in attesa della circolare del ministero: è l’esito dell’incontro di ieri in prefettura sulla questione amianto tra dirigenti Inps e Inail e sindacati confederali, alla presenza del prefetto Anna Maria Cancellieri . «Questa mobilitazione è giusta - dichiara l’assessore regionale al lavoro Enrico Vesco -. Non si possono revocare le pensioni senza che l’indagine abbia prodotto una sentenza del tribunale». Il prefetto, intanto, «ha assunto l’impegno di richiedere al ministro competente la traduzione in atti formali delle indicazioni contenute nelle risoluzioni della XI commissione parlamentare della Camera dei deputati». In particolare, «è stata sottolineata la necessità che vengano assunte idonee iniziative, entro il prossimo mese di gennaio, volte ad assicurare che, sino alla definitiva conclusione degli accertamenti giudiziali in corso, non venga sospesa l’erogazione dei trattamenti e delle agevolazioni pensionistiche».