Il prefetto Romano vieta il corteo dei poliziotti

Il comitato per l’ordine e la sicurezza di Genova presieduto dal prefetto Giuseppe Romano non ha dato l’autorizzazione al sindacato di polizia Coisp di organizzare una manifestazione intitolata «Estintore come forma di pace» il 20 luglio, data in cui è in programma un corteo di commemorazione per la morte di Carlo Giuliani avvenuta il 20 luglio 2001 durante gli scontri a margine del vertice G8. La motivazione del diniego risiede, secondo quanto spiegato, nella concomitanza tra le due manifestazioni. La prima, il corteo dal Carlini a piazza Alimonda dove il carabiniere Mario Placanica uccise Giuliani, era già stata autorizzata ed ha avuto la priorità. La richiesta, rivolta in modo provocatorio dai vertici del sindacato di polizia (Giuliani fu ucciso mentre lanciava un estintore), aveva innescato forti polemiche destando preoccupazione per la garanzia dell’ordine pubblico.