Prega al cimitero: la tomba del marito cede e la inghiotte

L’acqua piovana si era infiltrata erodendo il terreno. Sotto il suo peso è crollato tutto

Va a pregare sulla tomba del marito, ma il terreno cede improvvisamente e la inghiotte. Ha vissuto momenti di paura un’anziana pensionata rimasta vittima di questo singolare, quanto macabro incidente, avvenuto nei giorni scorsi nel cimitero di Novate.
Per fortuna le conseguenze per la signora non sono state drammatiche: la vittima infatti, anche se per il forte spavento ha rischiato l’infarto, se l’è cavata con una lussazione al piede e qualche escoriazione. Per lei tuttavia, si è reso necessario il trasporto in ospedale.
La signora era andata al camposanto per far visita alla tomba del consorte, defunto da qualche anno. Ne ha approfittato per pulire il marmo del monumento funebre, sotto il quale è interrata la salma. Nessuna manovra di particolare rilievo, eppure all’improvviso la tomba si è mossa piegandosi di lato e sotto i piedi della vedova si è aperta una fossa di ampie dimensioni che l’ha risucchiata. La poveretta caduta nella buca vi è rimasta prigioniera, essendo impossibilitata a muoversi per una ferita alla gamba.
Richiamati dalle grida della pensionata, in suo aiuto sono subito accorsi diversi visitatori del cimitero, e subito dopo un’ambulanza che l’ha portata nel vicino nosocomio. Più tardi sono giunti anche i tecnici del Comune, per accertare le cause dell’incidente e scongiurare altri rischi. La causa dell’apertura della buca sarebbe l’erosione del terreno nel sottosuolo, provocata dall’acqua piovana. Erosione che avrebbe creato fra una tomba e l’altra, insidiose «caverne» capaci - come si è visto - di inghiottire chi vi passa sopra.