Una preghiera di note per le vittime del terrorismo

Marzio Fianese

A cinque anni dall’11 settembre che cambiò per sempre la storia del mondo l’anniversario corre sul filo delle note. Sarà per la prima volta in Italia infatti, nel giorno dell’anniversario dell’attentato alle Torri gemelle di New York che causò oltre 2.000 vittime, la Fondazione Americana September Concert. Negli Stati Uniti la Fondazione organizza ogni anno dal 2002 per questa ricorrenza più di 100 concerti contemporaneamente con più di 3.000 artisti in tutto il Paese: da New York a Chicago, da Los Angeles a Boston. Inoltre in tutto il mondo hanno aderito a questo progetto diverse città tra le quali Pechino, Cairo, Parigi, Londra, Madrid e Tokyo.
Quest’anno anche la città di Roma ha preso il testimone dalla Fondazione e darà il via al suo numero zero grazie all’iniziativa privata di due amiche: l’appassionata di musica sinfonica Paola Bollati e Ludovica Rossi Purini, presidente della Compagnia della Musica per Roma e attiva mecenate culturale. Sarà la basilica di San Lorenzo in Lucina a ospitare l’evento. L’11 settembre alle ore 20.00 si terrà così il primo September 11th Concert. Tre artisti si esibiranno gratuitamente per «riempire il cielo di musica» e affermare il bisogno di pace usando un linguaggio facile e universale. Secondo lo spirito della fondazione americana ci si atterrà a tre princìpi: musica gratuita per tutti, libertà di espressione artistica e di scelta dei brani musicali.
Il programma prevede tre esibizioni. Comincerà il giovane medico Andrea Terenzi. L’odontoiatra di Gemelli e Bambin Gesù, musicista per passione, proporrà al pianoforte Rachmaninoff, Henselt e Chopin. A seguire una performance di quattro strumenti arcaici a fiato di Mario Crispi degli Agricantus (tra l’altro anche ricercatore nel campo etnomusicologico e archivistico per conto di diversi istituti siciliani). Quattro assoli, per la precisione tratti da uno dei suoi progetti solisti intitolato la «Rosa dei flauti». Sarà la volta poi di una lettura di poesia dell’attore (e regista) del teatro Argentina Mauro Todaro che sarà accompagnata dalla musica. Il primo September 11th Concert terminerà nuovamente con Terenzi che proporrà, questa volta, Mozart, Chopin e Liszt.