Preghiera

Quale risveglio ci raccoglierà
in fondo al vortice lento dei giorni?
Quale inizio? Chiedono
fitte come parole
queste pieghe delle mani.
Qui è nostra l'attesa di chi
aspetta nessuno e
cerca nel vento il suo nome, il respiro
di una mano dove appoggiare
il peso greve della sete.
Madre di tutti i battesimi
ricorda questi figli
disobbedienti alle leggi della pazienza
veglia questi occhi senza riparo
che troppo cielo ferisce
e non lasciare
non lasciare questi passi
sperduti nel silenzio, nell'urto
che ci accoglie a dismisura
di fiato.