Pregiudicato dà fuoco a sei auto in una notte

LA REPLICA Atm risponde: «La delibera solleva un problema che riguarda il Comune e non l’azienda»

Ha detto di averne bruciate una decina. Agli atti dei carabinieri, invece, risultano sei le auto a cui avrebbe dato fuoco l’altra notte, nella zona compresa tra piazza Napoli e piazza Frattini, Zenton M., un marocchino 40enne senza fissa dimora e pluripregiuducato dal 2000 per danneggiamento, furto, rapina e resistenza a pubblico ufficiale.
La prima macchina a bruciare è stata una Fiat 600 parcheggiata in viale Misurata alle 2.50 dell’altra notte. Cinque minuti dopo, sullo stesso viale l’uomo, ha incendiato una Fiat Punto, mentre alle 3.30 in via Tagiura è stata la volta di un Citroen C3. Sono bastati altri cinque minuti per incendiare una Fiat 500 in via Zanzur e circa mezzora più tardi, alle 4.02, una Mercedes C320 in piazza Frattini.
Alle 4.10 circa in via Giambellino i carabinieri hanno individuato il marocchino, che a suo dire avrebbe incendiato altre cinque auto, ma da tutt’altra parte di Milano, a Città Studi. A mezzanotte circa, infatti, è bruciata una Fiat 500 di colore arancione in via A. M. Ampère, che, secondo quanto riportato dai carabinieri, potrebbe essere stata incendiata dallo stesso uomo.
Nelle tasche del marocchino sono stati inoltre trovati due accendini, una torcia, una forbice da elettricista e, in un sacchetto che teneva con sé, una bottiglia di alcool e due sassi. «Dovete andare tutti all’inferno», gridava l’uomo al momento dell’arresto.