Il prelievo del Tfr fa infuriare tutti

Dopo settimane di tira e molla, il governo raggiunge un accordo con le parti sociali sul prelievo del Trattamento di fine rapporto. Per le imprese al di sopra di 50 dipendenti saranno integralmente destinati all’Inps i fondi non affluiti alla previdenza integrativa. La proposta iniziale riguardava tutte le imprese indistintamente. Il governo, poi, si impegna a rivedere il trattamento fiscale dei fondi integrativi con l’intento che questo sia in linea con quello applicato alla previdenza integrativa degli altri Paesi europei. La decisione di Palazzo Chigi, però, scontenta tutti: gli industriali, gli artigiani e in genere i lavoratori autonomi. Malumori anche nella maggioranza.