Premafin L’Agricole scende. È giallo su Bolloré

Giallo nel capitale di Premafin, dove il Credit Agricole (Suisse) che dagli anni ’90 aveva in intestazione fiduciaria il 10%, ha dichiarato con grande ritardo alla Consob solo nei giorni scorsi di essere sceso sotto il 5% un anno fa e di detenere ora il 2,59%. Sul mercato si dice che dietro allo schermo fiduciario ci siano sempre stati i Ligresti, soci di controllo di Premafin. Resta ora da capire se ad acquistare sia stato il finanziere bretone Vincent Bollorè che ha poi spianato la strada a Groupama. Parigi intanto ha preso contatto con Consob e Antitrust, la documentazione dovrebbe essere recapitata in settimana e la Vigilanza dovrà decidere sull’eventuale obbligo di Opa. Ieri Premafin ha perso il 3,96% e FonSai il 4,14%.