Premi ai commercianti aperti ad agosto

Incentivi ai negozianti che hanno assicurato il servizio senza andare in ferie

Chi ha passato un quindici agosto a Milano sa come sia difficile, lasciamo perdere festeggiare, ma anche solo cenare fuori. E allora merita davvero una medaglia Il Ristorantino di via Agnello, premiato da Achille Colombo Clerici, presidente dell’Associazione amici dei grandi alberghi oltre che di Assoedilizia. La motivazione è aver garantito pasti di livello durante i giorni di Ferragosto, come constatato di persona dallo stesso Colombo Clerici, che ha trascorso un’estate milanese.
Ma non di soli ristoranti vive la città. Così Tiziana Maiolo, assessore alle Attività produttive, ha deciso di premiare tutti i negozianti che hanno animato la vita milanese. «Un giusto riconoscimento per chi ha garantito il servizio anche nelle settimane di agosto» spiega maiolo. Al contempo, come già annunciato, saranno sanzionati i panettieri che hanno chiuso nonostante avessero preso accordi con il Comune per tenere aperto. Quest’anno il numero di turisti arrivato a Milano per visitarla in agosto è aumentato del sedici per cento e le saracinesche tristemente chiuse non invogliano certo a passare le vacanze da queste parti. I premi serviranno a incentivare aperture future, utili sia agli abitanti che ai visitatori.
«Una città non più desolata come negli anni scorsi, ma che dà segni di vita e voglia di vivere anche ad agosto» è l’analisi di Colombo Clerici. L’applauso non va solo al Ristorantino ma anche agli altri locali aperti: quelli di piazza Santo Stefano, di via Santa Redegonda, della Galleria e di corso Vittorio Emanuele, di via Torino, via Dante, Cordusio e Cadorna. Insomma, un centro animato e a disposizione di chi è rimasto e di chi è arrivato.