Premi «cash» ai medagliati

Roma. «I premi per gli atleti che vinceranno delle medaglie saranno deliberati dalla prossima Giunta (prevista a fine mese, ndr)». Lo ha detto ieri il segretario generale del Coni, Raffaele Pagnozzi, durante la cerimonia del «-150 giorni ai Giochi Invernali di Torino 2006». «Per la prima volta saranno tutti soldi cash e l’importo non si discosterà molto da quello di Atene 2004». Ovvero 130mila euro per l’oro, 65mila per l’argento e 40mila per il bronzo. «Ci auguriamo che si ripeta la scommessa che io e il presidente Petrucci perdemmo alla vigilia di Atene. Entrambi sbagliammo, in negativo, il bilancio delle medaglie azzurre». Attesa per la pattinatrici Kostner («potrebbe far parlare di sé»), mentre sul forfeit della Belmondo, Pagnozzi dice: «Per lei è stata una decisione sofferta, che denota però una grande sensibilità».