Premi e leccornie nel nome di Artusi

Ha preso il via ieri, per concludersi il 25 giugno la Festa Artusiana, evento che Forlimpopoli in Romagna celebra in onore dell’autore della Scienza in cucina e l'arte di mangiar bene, libro da cui non si può prescindere se si ama la cucina italiana. La città di Artusi lo ricorderà attraverso momenti di cultura, gastronomia, mostre mercato, spettacoli e un premio destinato a un cuoco la cui attività va oltre il cuocere ingredienti e a un personaggio che combatte povertà e denutrizione nel mondo. Domani riceverà il Premio Artusi lo chef israeliano Moshe Basson, a suo agio con i piatti kosher e fondatore del gruppo di cuochi Chefs for peace, che riunisce 25 cuochi arabi ed ebrei perché solo lavorando gomito a gomito si può superare i muri che dividono i due popoli. Questa sera invece sarà la volta di Julitte Diagne Cisse, senegalese, fondatrice dell’Associazione Senegalese per lo Sviluppo Integrato. Decima ediziona pure per il premio Marietta, la cuoca di casa Artusi, evento aperto ai dilettanti dei fornelli che dovranno preparare un piatto di pasta. Per informazioni www.pellegrinoartusi.it.