Premi per le «ragioni della nuova politica»

I riconoscimenti consegnati da Sara Iannone, dell’associazione l’«Alba del 3° millennio»

Serata vip per la consegna del premio «Le Ragioni della Nuova Politica 2006». Nella sala Vanvitelli dell’Avvocatura generale dello Stato, Sara Iannone, presidente dell’associazione «L’Alba del terzo millennio», ha organizzato un incontro al quale hanno partecipato rappresentanti del mondo della politica, della cultura e dello spettacolo. Hanno ricevuto in premio una «Colomba della civiltà», realizzata dallo scultore Ernesto Lavagna, personalità come Cesare Ruperto, Gaetano Gifuni, Publio Fiori. Tra gli ospiti, molti nomi di grande richiamo: dal regista Renzo Martinelli all’immobiliarista Andrea Meschini, da Corrado Calabrò, Garante per le comunicazioni, al giudice Antonio Marini, dalla principessa Daniela Pacelli all’avvocato Nino Marazzita, dal marchese Giuseppe Ferrajoli ad Alessandra Canale, dal principe Guglielmo Marconi Giovanelli al giudice Claudio Vitalone.
Sara Iannone, ideatrice e promotrice del premio, ha curato la regia della serata con la collaborazione di due presentatrici d’eccezione, come Maria Giovanna Elmi e Rosanna Vaudetti. Ognuna delle dodici sculture in bronzo è stata certificata e numerata dal maestro Lamagna. Dopo la premiazione, Sara Iannone ha introdotto un dibattito sul tema: «Globalizzazione e diversità: fine delle identità o costruzione di nuove?», moderata da Giuseppe Sanzotta, che ha visto la partecipazione di Rocco Buttiglione, senatore, membro della commissione Politiche dell’Unione europea, e padre Gonzalo Miranda, preside della Facoltà di bioetica all’ateneo Regina Apostolorum.
Sono stati insigniti del premio «Le Ragioni della Nuova Politica 2006»: Cesare Ruperto, emerito presidente della Corte costituzionale; Gaetano Gifuni, emerito segretario generale della presidenza della Repubblica; Oscar Fiumara, avvocato generale dello Stato; Antonio Catricalà, emerito segretario generale della presidenza del Consiglio dei ministri, presidente dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato; Publio Fiori, avvocato di Stato, emerito vicepresidente della Camera dei deputati; Tiziano Treu, presidente commissione Lavoro del senato; Margherita Boniver, membro della commissione Esteri della Camera dei deputati; Emmanuele Francesco Maria Emanuele, presidente della fondazione Cassa di risparmio di Roma; Corrado Clini, direttore generale del ministero dell’Ambiente; Gennaro Moccia, vicepresidente Unione industriali di Roma; Laura Comi, étoile del teatro dell’Opera di Roma.