Premiata ditta Zanetti&Cambiasso Sono loro l’anima dei nerazzurri

da Milano

INTER
5 JULIO CESAR. Insicuro, il pallone per lui è una saponetta. E poi prende anche il gol sul primo palo.
5 BURDISSO. Non appare in giornata, giochicchia.

5,5 CORDOBA. Dire che s’è imbrocchito di colpo è forse esagerato.

5,5 MATERAZZI. Tende spesso a uscire dalla sua zona per alzare l’azione, ma non è ancora il vero Materazzi.
5,5 MAXWELL. La fascia sinistra è la sua ma non riesce a spingere più di tanto.
6 MANICHE. Parte come un bravo scolaretto, svolge il compitino che Mancini gli ha affidato. Poi prende confidenza e fa vedere quello che vale. Dal 11’ st CESAR 6. Salva sulla linea il colpo di testa di Couto.
7 CAMBIASSO. Se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo. Quello che sarà il capitano nerazzurro del dopo Zanetti, è la vera anima dell’Inter.
6,5 J. ZANETTI. Inesauribile, instancabile, un trascinatore.

5,5 JIMENEZ. Un po’ appannato, forse sente il freddo e la nebbia. Non riesce a dare fantasia, non inventa.