«Il premier? Bandito» Il sindaco pd dà i numeri in aula

Buttare sterco contro il premier? Istigare alla sovversione? A Nichelino, importante centro della cintura torinese, si può. Anche se a farlo è il sindaco, nell’esercizio delle sue funzioni. Lo ha fatto il piddino Giuseppe Catizione, all’ultimo consiglio comunale. Catizone, alle prese con gravi problemi interni alla sua maggioranza, rispondendo a chi lo aveva paragonato al Cav ha definito il paragone «inappropriato» perché «Berlusconi è uno dei più grandi banditi che ci sia al mondo». Rivolgendosi alla Lega, il sindaco ha rincarato la dose: «State sostenendo un governo di corrotti e di banditi». Inquietante è poi il passaggio successivo: «So benissimo cosa è un sovversivo e ci sono stati dei momenti della storia in cui i sovversivi hanno fatto cose intelligenti. Perché sovversivo è chi sovverte l’ordine costituito. Come adesso bisognerebbe essere sovversivi nei confronti del governo». MTra