IL PREMIER E ALLAM MINACCIATI DI MORTE

Il premier italiano Silvio Berlusconi e il vicedirettore del «Corriere della Sera», Magdi Cristiano Allam, sono di nuovo nel mirino dei siti islamici che si rifanno all’internazionale di Osama Bin Laden. Come rivela Adnkronos international, nuove minacce sono state rivolte nei loro confronti sul web all’interno di uno dei forum islamici più famosi e frequentati. A differenza del passato, e in particolare negli anni del precedente governo Berlusconi quando queste minacce erano in arabo, ora la presenza degli internauti islamici si è allargata così come la loro vicinanza all’Italia tanto che vengono inviate direttamente in italiano. A scrivere è un nuovo membro dei siti che si fa chiamare «Muhajir Allah Wadàa Ahlahu» (emigrante di Allah ha dato l’addio alla sua gente). Pur usando un nome arabo, a differenza di altri utenti di questi forum che si occupano delle vicende del nostro Paese, Muhajir sembra scrivere bene nella nostra lingua. Nel post dal titolo «Berlusconi e Magdi Allam» scrive: «Sono due morti che camminano... proprio come si autodefiniva Falcone... messaggio in codice ?! Forse!». Leggendo queste ultime parole e paragonando il linguaggio usato con quello dei comunicati delle varie cellule arabe di Al Qaida sembra comunque più una provocazione che un messaggio in codice da inviare a una cellula dormiente.