Il premier a Mosca con gli imprenditori

Nel segno di «rapporti economici ai massimi storici» inizia oggi a Mosca la visita del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, culmine politico della super-missione imprenditoriale sotto l’egida di Confindustria, Ice e Abi che vedrà là la partecipazione di circa 1200 imprenditori, 500 tra enti e imprese e 12 gruppi bancari. Il premier si tratterrà nella capitale russa fino a domani - ha reso noto nei giorni scorsi il Cremlino - quando ci sarà l’incontro con il presidente della Federazione Russa Dmitri Medvedev. Sin da oggi, però, con Vladimir Putin, collega premier ma anche amico di lunga data del presidente del Consiglio italiano, inizia un fitto programma di iniziative, che si concluderà all’aeroporto Vnukovo-2 con una probabile «chicca»: Berlusconi e Putin ai comandi del Superjet-100, il velivolo regionale sviluppato da Alenia Aeronautica (Finmeccanica) e dalla russa Sukhoi. Sicuramente un’immagine da ricordare, insieme a quella del G20 che ha appena immortalato un Silvio Berlusconi sorridente, mentre abbraccia il leader del Cremlino Medvedev e il capo della casa Bianca Barack Obama, a suggello della volontà di mediazione che l’Italia vuole svolgere per il disgelo tra Mosca e Washington.
La missione in Russia è focalizzata su temi economici, ed ha ha lo scopo di accrescere ulteriormente la presenza commerciale italiana, già molto ben rappresentata: «Possiamo incrementare ancora la nostra presenza – dice il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia – a vantaggio anche delle piccole e medie imprese, che hanno tutte le carte in regola per presentarsi come partner affidabili».