Il premier si sfoga con i governatori: «I giudici continuano a perseguitarmi»

Nuovi attacchi giudiziari al premier in vista? Nuove bordate dalle procure? A essere preoccupato è proprio il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che ha manifestato i suoi timori ai governatori di Regione del Pdl, incontrati ieri a pranzo a Palazzo Grazioli. Un timore generico, legato anche agli ultimi sviluppi della vicenda del Lodo Mondadori. un’autentica batosta dal punto di vista finanziario. Il Cavaliere, hanno raccontato i presidenti di Regione, ha per l’ennesima volta denunciato la «persecuzione» nei suoi confronti da parte dei giudici: «Tra processi, soldi da pagare agli avvocati e il risarcimento alla Cir – avrebbe detto, secondo il racconto di alcuni commensali – mi vogliono togliere i guadagni di una vita». L’attacco giudiziario sul fronte economico, oltre a quello dei processi penali contro di lui, è un tema che Berlusconi ha più volte denunciato. Nonostante i timori, comunque, il Cavaliere ha rassicurato i governatori sulla determinazione ad andare avanti, tanto nell’azione di governo tanto in quella di rilancio del Pdl: «Vado avanti – ha assicurato ai governatori – ora si riparte. Con il nuovo ministro della Giustizia, possiamo rilanciare l’azione di governo e, grazie ad Alfano, quella del partito».