Un premio ai migliori giornalisti

L'appuntamento è domani a Villa Durazzo, a Santa Margherita Ligure, per la prima edizione del Premio giornalistico internazionale Santa Margherita Ligure per la Cultura, promosso da Comune e Progetto S. Margherita Srl. Santa «piccola capitale della grande cultura», Santa che vuole promuoversi a livello internazionale come area turistica d'eccellenza. Santa di porto e turismo, che s'inventa un premio per crescere e diventare riferimento acquisito. Lo scopo è attribuire il riconoscimento alle opere di giornalisti che si sono distinti per l'obiettività e il rigore della notizia, nel rispetto per le altre culture e senza condizionamenti. Per la sezione Nazionale, dedicata al filosofo Nicola Abbagnale, che abitò per anni a Santa, la giuria (presieduta da Fiorella Minervino e composta da Renzo Cianfanelli, Dino Cofrancesco, Emilio Fede, Vittorio Feltri, Gianluigi Gabetti, Paolo Mieli, Antonio Polito e Marcello Sorgi) ha indicato un giornalista Rai, uno de La Repubblica e un inviato speciale de La Stampa. Per la Sezione Internazionale, intitolata all'economista Sir Isaiah Berlin, cittadino onorario di Santa, il premio verrà assegnato ad una testata di rilevanza mondiale. L'assegnazione avrà luogo nella secentesca dimora dei marchesi Durazzo:alle 17 tavola rotonda su Politica e giornalismo:incontro o scontro alle 18.30 la cerimonia di premiazione.