Un premio all’ordinario eroismo femminile

Quest’anno va alla De Clercq, che da anni si occupa di disturbi alimentari

Un premio all’«ordinario eroismo quotidiano delle donne». È quello che sarà consegnato alle 14,30 di oggi, alla vigilia dell’8 marzo, nell’aula magna del liceo Nazareno dal movimento femminile di Forza Italia del Lazio guidato da Gloria Porcella (capogruppo di Forza Italia nel municipio I). Giunto alla sesta edizione, il premio viene assegnato a una donna che nel corso dell’ultimo anno si è distinta per meriti ed il particolare impegno profuso in favore dell’identità femminile. Quest’anno verrà assegnato a Fabiola De Clercq, che nel 1991 ha costituito la Fondazione Aba, un’associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia e l’obesità, la prima realtà italiana a ridurre la distanza tra le persone che soffrono di questi disagi e le strutture specifiche deputate alla cura. Un impegno costante realizzato anche attraverso la pubblicazione di quattro libri tradotti in diverse lingue: Tutto il pane del mondo (Bompiani, 1990), Donne invisibili (Bompiani, 1995), Fame d’amore (Rizzoli, 1998) e Mamì Marrakech (Rizzoli, 2004). Contestualmente all’assegnazione del premio verrà presentata la proposta di una legge regionale sull’anoressia e la bulimia volta alla tutela della salute delle donne attraverso interventi diretti alla prevenzione, diagnosi precoce e cura dei disturbi del comportamento alimentare. Il testo della proposta di legge verrà distribuita nei gazebo di Azzurro Donna in tutti i municipi di Roma a partire da dopodomani. Lo scorso anno il premio era andato alla dirigente nazionale di Forza Italia Maria Teresa Armosino. Negli anni precedenti tra i premiati anche Stefania Prestigiacomo e Margaret Thatcher.
Saranno presenti, oltre a Gloria Porcella, i parlamentari azzurri Domenico di Virgilio e Mara Carfagna, il capogruppo regionale Alfredo Pallone, il consigliere regionale Gianni Sammarco, consigliere regionale, il coordinatore regionale Francesco Giro, il capogruppo al consiglio comunale Michele Baldi, il vicepresidente della commissione sanità della Regione Lazio Stefano De Lillo e Cinzia Calabria, dirigente romana di Azzurro Donna.