Un premio a chi «trova» la milanesità

Nuovo bando di concorso della Fondazione Attilio e Ada Carosso per l’assegnazione di due premi giornalistici di 10mila euro ciascuno (con facoltà di suddividere uno dei premi in due ex-aequo) destinati a giornalisti professionisti o pubblicisti iscritti all’albo. Oggetto del concorso sono articoli o «pezzi» radiotelevisivi su milanesi, di nascita o di adozione, che, «con i propri mezzi siano riusciti a conquistare nella vita sociale posizioni di prestigio, mediante il lavoro, lo studio, la paziente e volonterosa costruzione del proprio avvenire, ovvero con la particolare dote della “milanesità”».
Gli articoli o i pezzi - su quotidiani e periodici di interesse generale o attraverso radio e tv - devono essere pubblicati o mandati in onda tra il primo novembre 2005 e il 31 marzo 2006.
Un premio speciale di 2.500 euro è destinato ai giovani praticanti in master in giornalismo riconosciuti dall’Ordine dei giornalisti. Ogni giornalista che vuole partecipare al concorso dovrà inviare entro il prossimo 15 aprile dieci copie del suo lavoro alla Fondazione Attilio e Ada Carosso, viale Regina Margherita 35, 20122 Milano. Per informazioni: 02-5461.957; fax 02-5461.977.
La giuria è presieduta dal professor avvocato Francesco Ogliari e ha tra i suoi membri Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset; Lorenzo Del Boca, presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti; Massimo Ferrario, direttore di Raidue e del Centro di produzione Rai di Milano; Roberto Ferrario, direttore de «La Prealpina»; Giuseppe Gallizzi, presidente del Circolo della Stampa di Milano; Giuseppe Grechi, presidente della Corte d’Appello di Milano; Giancarla Mursia, editore; monsignor Riccardo Pezzoni, canonico del Duomo e Giovanni Puglisi, rettore dello Iulm. Premiazione al Circolo della Stampa entro il 30 giugno 2006.