Premio Chiara alla carriera a Fruttero, il decano dei giallisti

Il Premio Piero Chiara alla carriera è stato assegnato, per il 2008, a Carlo Fruttero (nella foto), scrittore, giallista, traduttore e giornalista. La consegna del riconoscimento avverrà domenica prossima, 24 febbraio, a Varese, con una cerimonia che avrà inizio alle ore 11 a Villa Recalcati. «Traduttore raffinato di autori moderni e contemporanei, spirito curioso, che sin dagli anni Cinquanta ha sdoganato generi fino ad allora considerati inferiori come la fantascienza e acuto osservatore della realta», si legge nella motivazione del Premio Chiara, Carlo Fruttero è «soprattutto un grande narratore». «Da solo, o insieme a Franco Lucentini, Fruttero - afferma sempre la motivazione del premio - ha scritto romanzi indimenticabili, in cui ha impiegato il suo spirito arguto e ironico, la sua sensibilità e la sua raffinata cultura per descrivere e analizzare le mille sfaccettature d’una umanità ora comica e ora dolente, in pagine in cui spiccano figure femminili cesellate sempre con partecipata grazia».